StrumentiPiano-Editoriale-michela-rimessi

Piano editoriale spiegato in modo semplice.

Qui trovi le basi per redigere un piano editoriale per i tuoi profili.

Il piano editoriale serve ad organizzare e a rendere costante nei mesi, la pubblicazione dei tuoi contenuti.
Il piano editoriale è lo schema delle tue idee e dei tuoi argomenti, creati poi sotto forma di post o articoli. Prima determina il tipo di contenuti, e poi li distribuisci durante il periodo di durata del tuo piano editoriale.
Il piano editoriale serve per pianificare la tua web strategy, per scrivere in chiave SEO, e portare traffico al tuo blog. Redigere il piano editoriale presuppone che tu conosca già la tua nicchia.


Gli obiettivi che sostengono il piano editoriale devono essere
concreti, quantificabili e misurabili.
Esempio: voglio aumentare il traffico sul mio blog del 20% in due mesi.

Parti con l’analisi dei dati, definisci la strategia, per poi mantenerne un monitoraggio costante. Crea i contenuti con il tuo tono di voce, e da lì in poi, il piano editoriale sarà il tuo strumento di lavoro.
In base alla strategia, ovviamente, il piano editoriale può essere mensile, semestrale o annuale.
Addirittura, possono coesistere più piani editoriali: per la gestione dei social, per la vendita di servizi/prodotti, per il traffico organico, ma puoi anche costruire un piano editoriale che riassume tutti i piani editoriali appena menzionati, in un unico schema.

Stilare un piano editoriale aiuta ad avere una organizzazione precisa sugli argomenti da sviluppare, e questo ti permette di lavorare senza ansia, in modo fluido e la regolarità di pubblicazione, trasmette ai tuoi follower, ai clienti e persone che ti seguono, una sensazione di autorevolezza.
Se pubblichi in maniera costante, magari creando l’abitudine di pubblicare sempre lo stesso giorno ad orari predefiniti, sicuramente la percezione che dai è di un atteggiamento estremamente professionale e un appuntamento fisso con il tuo seguito.


Non confondere il piano editoriale con il calendario editoriale.

Il calendario editoriale, contiene le date di pubblicazione dei contenuti e può essere giornaliero, settimanale o mensile.
Stabilisce i tempi di pubblicazione, dei contenuti compresi nel piano editoriale. Indica su quali canali social hai stabilito di pubblicare. Contiene i titoli in linea con l’argomento per il tuo target e se vuoi anche le keyword utilizzate per ogni contenuto, link a risorse esterne ed interne.

Definisci l’obiettivo della tua comunicazione

Prima di tutto devi definire l’obiettivo della tua campagna e il modo in cui lo comunichi.
Deve esserti chiaro a priori, il messaggio che vuoi dare e le emozioni che vuoi suscitare nelle persone che ti leggono.

Definisci il tuo target

Avere chiara l’idea di chi sia il tuo pubblico, è la base sui cui poi sviluppare tutto il tuo business.
Questo ti permette di definire la tua comunicazione, le immagini a corredo, i colori da utilizzare e tutti gli altri parametri che sostengono i tuoi contenuti.
Il target è composto dalle persone che maggiormente possono usufruire dei tuoi servizi o prodotti. Cerca di individuare la buyer persona e le sue caratteristiche come età, livello di istruzione, come comunica, cosa condivide, quali sono i suoi hobby, e studia le sue interazioni sui social network. Questo ti permette di comunicare e rendere i tuoi prodotti o servizi, ancora più appetibili per loro.
Se non hai mai analizzato come è composta la tua audience, ti raccomando di studiarla in modo approfondito.
Più informazioni riesci ad avere, più ti immedesimi nel tuo target, maggiormente riuscirai a comunicare in modo tale che queste persone ricevano di buon grado i tuoi contenuti. Questo permetterà inoltre alle tue campagne di avere successo.

Analizza le parole chiave

L’analisi delle parole chiave deve essere attinente al tuo settore, ai servizi/prodotti che vendi. Devi analizzare anche le parole chiave che usa il tuo target.
Questo ti aiuta nella vendita mirata, per esempio a quella determinata fascia di età. Analizza se ci sono modi differenti per chiamare lo stesso oggetto a seconda della collocazione geografica dei tuoi utenti.
Le parole chiave se ben analizzate potenziano la tua comunicazione, i tuoi contenuti e di conseguenza la potenziale vendita.
Una volta che sai cosa, come e a chi comunicare, sei pronto a creare i contenuti.
Con tutti i dati che hai raccolto non dovrai fare altro che creare contenuti per il tuo target di riferimento. Non soffermarti su un solo tipo di contenuto però.

Cerca di miscelare le tue pubblicazioni tra immagini e contenuti scritti, per poi avere più dati da analizzare e capire il tipo di contenuto che piace di più. Se un contenuto piace di meno, cerca di capire il perché, senza scartarlo a priori. Analizzalo: orario di pubblicazione, stile di scrittura, contenuto, immagine a corredo, e così via.
L’analisi dei dati è imprescindibile e la devi fare in modo regolare. Se non la sai fare, affidati ad una persona esperta, che ti può aiutare a direzionarti almeno nei primi tempi.

Contenuti su misura per il target e social

Se pubblichi su più social, ti prego, non spammare lo stesso contenuto indifferentemente.
Molte persone, anche con una certa notorietà, lo fanno ed ho smesso di seguirle. Per me non ha assolutamente senso.
Piuttosto impegnati a creare contenuti specifici, eventualmente con lo stesso argomento di base, comunque diversi e adatti a seconda del social su cui li andrai a pubblicare. Questa prassi, sì è più laboriosa, dispendiosa in termini di tempo, è però la strategia che fa la differenza nella tua comunicazione, ti fa percepire come un vero professionista che si impegna in contenuti di qualità.
Pubblica meno e pubblica meglio per sfruttare a pieno il potenziale di ogni social e piattaforma. Piccola ed importante considerazione: non è necessario che tu sia presente su ogni social. Anzi scegli bene dove e come essere presente online. Meglio poche cose e ben fatte.

Programma le pubblicazioni dei contenuti

Concentrati e programma la cadenza delle pubblicazioni. Quella giornaliera non è impossibile, solo davvero tanto impegnativa. Ma ovviamente dipende tutto da te, poiché presume una notevole creatività e tempo da dedicare a questo aspetto. C’è anche la possibilità di esternalizzare la scrittura dei contenuti se sei a corto di idee o tempo da dedicare.
Hootsuite è una piattaforma molto comoda che ti permette di stabilire e programmare i tuoi contenuti sui social. Ti renderai conto che Hoosuite ti aiuterà ad avere un’organizzazione precisa, senza disperdere energie inutilmente.
Il mio consiglio è quello di pianificare mese per mese.
Diversamente, se ti occupi di moda, food, viaggi, giardinaggio, il piano editoriale è bene pianificarlo su base annua, per gestirlo in base alle stagioni. Questo ti dà la panoramica sulle festività, ricorrenze e adeguare la tua comunicazione a questi ritmi.